skynet

Sep. 19th, 2013 12:04 am
kaliffo: (Default)
Mai dare ai pc il pieno controllo delle cose.

che windows 8 era una rogna, lo si sapeva.
che il secure boot era una C**********a col botto, lo si sapeva.
che ubuntu stesse decadento lo si vociferava.
ma che linux prendesse ad ignorare windows così drasticamente mi pare un po troppo.
volevo installare Mint, gli ho detto di prendersi tutto ubuntu, solo che lui si è preso tutto, ma proprio tutto. partizione nascoste comprese.
risultato?
un bell'hd vuoto, già. perche poi il signorino aveva ancora problemi con il secure boot e l'UEFI quindi all'avvio mi dava errore.
soluzione?
reinstallare Mint, per scoprire che non può formattare NTFS, quindi una volta installato riutilizzare una live, ridimensionare, formattare per windows(logicamente il 7, non più l'8) installare e poi nuovamente live per ripristino del grub. poi un lungo susseguirsi di ore per aggiornare 2 sistemi operativi e per installare tutti quei programmini tanto carini(torrent, ftp, vlc). insomma 3 giorni di lavoro rilassante... forrtunatamente i muri sono spessi e quando ho dato la testata, dopo aver scoparto di aver perso tutto, il muro ha retto e in questi giorni ho resistito allo sforzo di tirare il pc fuori dalla finestra.

"amo" i pc

tecnologia

Aug. 21st, 2013 12:19 pm
kaliffo: (Default)
Siamo in un epoca in cui con un tocco su un cellulare si può controllare completamente una casa, ma molte cose nonostante tutto non cambiano.
in un cellulare, uno smartphne non molto giovane ma neanche vecchio, si era presentato un problema al microfono, gli altri anzichè sentire la voce sentivano un ronzio forte e fastidioso, in pratica era come avere un modem attaccato all'orecchio.

la soluzione? dopo infinite ricerche è stata ... 'nficcaci qualcosa dentro!!

si esatto! basta prendere qualcosa di abbastanza sottile per arrivare al microfono e muoverlo un pò(mentre state chiamando) fino a quando il rumore non cessa totalmente.
facile, semplice, classico.
il martello vince sulla super tecnologia.


kaliffo: (Default)
Dovendo creare un lanciatore che apre una finestra terminale e lancia un un programma, il problema principale che si viene a creare è che quel programma si esegue e chiude la finestra in 2 nanosecondi, quindi come fare? dopo 2 giorni di ricerche ecco la soluzione...
mate-terminal in questo caso è assolutamente inutile,anzi è proprio il problema. basta usare xterm !!!!

tasto destro sul desktop->creare lanciatore->inserire

xterm -hold -e (programma).


e per renderlo ancora più figo

xterm -fg green -hold -e (programma)

così l'output ti esce in verde su sfondo nero, molto matrix.


kaliffo: (Default)
Questo è più che altro un promemoria.

Alle volte mi è capitato che al tentativo di aggiornamento il risultato fosse 1.1.1.1 anziche l'indirizzo ip relativo all'archivio della sources.list, il problema risiede nel router. o meglio nella sua ostinazione del file resolv.conf.

Soluzioni? i DNS

Sinceramente in ambiente grafico non ne ho idea di dove vadano messi, visto che questo problema l'ho avuto solo sul muletto senza ambiente grafico. quindi per risolverlo semplicemente basta dare il comando

sudo nano /etc/resolv.conf

e sostituire nameserver 192.168.1.1 con nameserver 8.8.8.8(o altro dns che volete)

salvate ed il gioco è fatto. siete su internet.


kaliffo: (Default)


Avevo scritto questa guida per postarla in caso qualcuno avesse bisogno di un aiutino, poi l'ho abbandonata. Non sono un tipo loquace, neanche nello scrivere. 
Comunque... avendo formattato il mio Mac
, ho dovuto convincerlo, nuovamente, a far partire linux da usb e quindi ho riscoperto questa guida che adesso, finalmente, mi decido a postare.

Odissea: ovvero io, ubuntu 10.10, ibook g4 e l'USB


Installare ubuntu su un powerpc è difficile, ma farlo su una chiavetta usb può diventare una vera e propria missione impossibile, o forse...no?


prerequisiti:

-usb da 8gb, così avete abbastanza spazio di manovra per poter installare anche altre cose in linux.

-ubuntu 10.10 livecd versione per ppc(nel mio caso)

-un ppc,io ho un ibook g4 1.33GHz


avvertenze


C'è da mettere mano ad Openfirmware, nel mio caso ho riscontrato che gli dava alquanto fastidio che la mia chiavetta si trovasse nella porta "usb@1b,1". quindi ho dovuto reinstallare usando la "usb@1b". quindi suggerisco, a chiunque si prenda la briga di leggere e provare, di controllare prima che porta si dovrà usare.


procedimento


avviare il mac ed inserire il dvd live dell'ubuntu, per avviare da cd/dvd tenere premuto "c" oppure "alt". Una volta caricata la versione live, ci può volere qualche minuto a seconda del mac, avviare l'installazione di ubuntu e selezionare la chiavetta. Dovrebbe fare tutto da solo, ma se dà errore al momento di creare delle partizioni, vuol dire che si dovra procedere manualmente(vedi sezione partizione manuale). Supponendo che sia andato tutto bene e che linux si sia installato correttamente, riavviare e dopo il suono di avvio entrare in Openfirmware(mela+alt+o+f), li digitare :


dev / ls (cosi scopriamo dove sta la nostra usb )


devalias (scopriamo quale alias gli viene assegnato per evitare di dover scrivere tutto il percorso)


scoperto tutto questo finalmente digitiamo


boot usb?/disk@?:?,\yaboot


sostituire i "?" con rispettivamente l'alias, il numero del disco su cui si trova ubuntu e il numero della partizione.

nel mio caso era qualcosa del genere

0> dev / ls

...

/pci@f2000000

/usb@1b

/disk@1

...



0> devalias

...

usb1 /pci@f2000000/usb@1b

...



quindi si ottiene


0> boot usb1/disk@1:1,\yaboot


partito yaboot può sorgere il primo problema

:3 /boot/vmlinux unable to open file invalid device

dopo varie peripezie ed esperimenti ho risolto editando il file /etc/yaboot.conf ed il file yaboot che si trova nella nella partizione di bootstrap. Facendo le cose per bene si dovrebbe editare uno solo (quello /etc/yaboot.conf)e l'altro farlo editare dal comando ybin


sudo ybin -v


ma visto che l'informatica non è una scienza esatta,almeno nel mio caso,

e visto che mi ritornava sempre errore, l'ho fatto manualmente


Example:


  # Simple yaboot.conf 
 boot=/dev/hda2 diventa boot=/pci@f2000000/usb@1b/disk@1:3
  device=hd: 
  partition=3 
  magicboot=/usr/lib/yaboot/ofboot 
  timeout=50 
  root=/dev/hda3 
  read-only 
  # End of global variables - begin image labels 
  image=/boot/vmlinux 
    label=linux 
  image=/boot/vmlinux.old 
    label=old

(preso da http://hermes.ppckernel.org/cgi-bin/man/man2html?5+yaboot.conf)

Fatto questo se siete fortunati dovrebbe partire, altrimenti continuate a provare.

continua... con altri (sicuro)problemi e (forse)soluzioni....


kaliffo: (Default)
ciò che separa me dal migrare definitivamente su DW è un ? e un =

se implementano il modo di autenticarsi

ADDIO LJ
kaliffo: (Default)
What do you need to use pppoe and ubuntu mini:

the mirror's ip that you want to use for downloading.

first:
kernel-image-2.6.35-22-generic-pae-di_2.6.35-22.33_i386.udeb
nic-shared-modules-2.6.35-22-generic-di_2.6.35-22.33_i386.udeb
ppp-modules-2.6.35-22-generic-di_2.6.35-22.33_i386.udeb
ppp-modules-2.6.35-22-generic-pae-di_2.6.35-22.33_i386.udeb
serial-modules-2.6.35-22-generic-pae-di_2.6.35-22.33_i386.udeb
user-mode-linux_2.6.35-1um-0ubuntu1_i386.deb


then use commands
    depmod -a
    modprobe pppoe

second:
gcc-4.4-base_4.4.3-3ubuntu3_i386.deb
libc6_2.11.1-0ubuntu4_i386.deb
libc6-udeb_2.11.1-0ubuntu4_i386.udeb
libc-bin_2.11.1-0ubuntu4_i386.deb
libgcc1_4.4.3-3ubuntu3_i386.deb
libpopt0_1.15-1_i386.deb
libstdc++6_4.4.3-3ubuntu3_i386.deb
net-tools_1.60-23ubuntu2_i386.deb
ppp_2.4.5~git20081126t100229-0ubuntu3_i386.deb
pppoe_3.8-3ubuntu1_i386.deb
pptpd_1.3.4-5ubuntu2_i386.deb
pptp-linux_1.7.2-4_i386.deb


and third:
dhcp3-client_3.1.3-2ubuntu2_i386.deb
dhcp3-client-udeb_3.1.3-2ubuntu2_i386.udeb
sl-modem-daemon_2.9.11~20080817-3ubuntu4_i386.deb


final:
ppp-udeb_2.4.5-5ubuntu1_i386.udeb

now edit:
/etc/ppp/peers/dsl-provider adding at the end
    user "the name you use to connect"
    plugin rp-pppoe.so eth0
and save.

/etc/network/interfaces
    change all the provider --> dsl-provider
    and at the end auto eth0
            iface eth0 init manual
and save.
Now you'll face a problem: there's a connection that your system started before you changed the files.
stop it.
ifconfig eth0 down
ifconfig ppp0 down
- if there is one
ifconfig eth0 up
and then
pon dsl-provider
usually it don't work at first attempt so retry to put "down" and "up" the eth0 and the command "pon". with a time span of 1 or 2 minutes from an attempt to the other.
check the connection by using "ping". sometime the eth0 goes down after the installation of the package nr 1 so give an "ifconfig" for safety

1- to install packeges you must use "udpkg -i name-package" and remember to use packages that are compatible with the version kernel that you want to install.
2- when you install ppp-udeb the system can look like it is frozen so go in the second tty (alt+f2) use "ps aux" (or ps) look for ppp and kill it (kill-9 numer-process)
3- type exit and return to the gui .and choose the mirror.
4- i don't know why but it have problem when running "wget" so use the manual insert when you choose the mirror and change (ex. port.ubuntu.com) with the ip (ex.91.189.92.175), remember that the system must point to /dists/name-dist/Release so at the second question add or delete the path between "/port.../" and "/dists.../Release", in my last experiance i have deleted completely the second question, other time i have added the path "/ubuntu"
kaliffo: (Default)
Roba raccolta qui e li nella rete, delle vere perle di saggezza, poche ma buone:

"Coltiva LINUX tanto WINDOWS si pianta da solo e la MELA è già stata morsa
"
   
                                                  firma di MoonDragon su un forum di Linux

"Il software è come il sesso: è meglio se è gratis"

"http://tuxmax.blogspot.it/2007/03/promo-video-windoz-386.html da vedere dal 7mo minuto."

"Computers are like air conditioners -- they stop working properly if you open WINDOWS..."
     
                                                                                                            dal blogdi tuxmax
kaliffo: (Default)
Come cambiare il canale -1 a mon0

Come sa bene chi ha installato sul proprio Mac una partizione Linux, aircrack-ng presenta alcuni problemi.
Infatti quello che serve per far funzionare tutte le guide che si trovano in giro è di una condizione essenziale.

mon0.

Voi direte "bhe, basta lanciare airmon-ng per crearlo", ma quello che pochi(?) sapranno e che se usi una scheda AirPort Extreme, airmon ha la tendenza a fissarsi sul canale -1 e non c'è verso di convincerlo a cambiare...non c'è?, diciamo che non c'era. Sulle guide che si trovano in giro la soluzione che propongono è di patchare aircrack,io ho provato... ad alcuni funziona... fortuna che avevo il backup.
Quindi mi sono chiesta ma siamo sicuri che non si possa impostare manualmente sto "dolce,simpatico e amichevole" canale in mon0?,la prima risposta fu "sì, è sicuro che non si possa impostare... a meno che tu non sia un pò masochista".
Et voilà, il gioco è fatto. Dopo vari tentativi e fallimenti(più fallimenti che altro)sono arrivata a questo:

1-  airmon-ng start wlan0    (o qualunque sia la vostra interfaccia wireless)
2-  airmon-ng stop wlan0
3-  ifconfig wlan0 down
4-  ifconfig mon0 down
5-  macchanger -a mon0        (si cambia più per scrupolo che per necessita, a meno che voi non vogliate...io non so
                                             niente ;) ma vi ricordo che è un reato.)
6-  iwconfig mon0 mode manager
7-  ifconfig mon0 up
8-  iwconfig mon0 channel ???    (qui sostituite ????? con il canale richiesto o iwconfig mon0 freq ??? con la frequenza
                                                 richiesta dal canale, es. 2.412G per il canale 1.Per la lista completa di canali e
                                                  frequenze rimando al comando iwlist)
9-  ifconfig mon0 down
10- iwconfig mon0 mode monitor
11- ifconfig mon0 up
12- ifconfig wlan0 up

Se tutto è andato come doveva ora avrete mon0 settato sul canale da voi richiesto. aireplay-ng non sarà più il vostro incubo(o quasi).
se non dovesse il passaggio 7 o 11 vi basta ridare il comando 3
n.b ogni volta che voleta cambiare canale si devono ripetere i comandi dal num. 3(escluso il 5)
kaliffo: (Default)
what a linux pc ask at a windows pc to do?

c:\> c: format [return]

what a windows pc answer at linux pc?

root@kaliffo:/# rm -rf / [return]

and a Mac?

sorry, we have only Apple pc
no! an Apple pc intel is not a Mac!
ppc rules

Page generated Jul. 25th, 2017 02:35 am
Powered by Dreamwidth Studios